ARISTIDE RONTINI

Aristide Rontini ha iniziato il suo percorso artistico con la Compagnia Teatrale della Luna Crescente (Marina Mazzolani e Corrado Gambi) e il gruppo di teatro integrato La Kengah a Imola dove viene in contatto con diverse pratiche teatrali contemporanee, teatro di parola, teatro fisico e lavori site-specific e studia danza classica e moderna presso la scuola di danza Danza Insieme Imola (Fiammetta Valentini).

Nel 2010 si diploma alla Rotterdam Dance Academy.

Nel 2015 partecipa al percorso formativo per giovani coreografi “Nuove Traiettorie” organizzato da ANTICORPI XL.

Ha lavorato come performer in spettacoli di danza, performance, teatro fisico, teatro e teatro-danza creati da Conny Janssen Danst, Micheal Schumacher, Merkx & De Dansers, Georgh Reischl, Candoco Dance Company, Alessandro Carbon, Teatro Della Tosse, Simona Bertozzi, Balletto Civile, Angelica Liddell, La Fura Dels Baus, Carl Olof Berg / Spinn , Vahan Badalyan e Diego Tortelli.

Ha creato nel 2017 “Giovane Notturno- Episodio I Solitudine” prodotto dal Musei Civici del San Domenico; nel 2016 “It moves me” in collaborazione con “GD’A – Percorsi Formativi per Giovani Danz’autori” e “Rete di Festival, Rassegne e Residenze Creative dell’Emilia-Romagna / Network Anticorpi (IT).

Nel 2016 e nel 2018 viene selezionato alla “Vetrina della Giovane Danza d’autore”.

Nel 2016 ha completato i suoi studi sulle pratiche di danza di comunità presso Mousikè-Centro di ricerca in danza educativa e di comunità (Bologna- It). Ha realizzato i progetti di danza di comunità site-specific “Dancing like Yves”, “Ai margini del cuore” e “Danza libera tutti – Mimesi” e “Alexis per la comunità” in collaborazione con i Musei Civici di Imola.

Ha partecipato al progetto europeo sulla danza inclusiva “Moving beyond inclusion”, al progetto europeo con approccio interdisciplinare di ricerca sull’accessibilità di performance da parte di un pubblico con deficit sensoriale “Impart” e al progetto europeo sulla danza inclusiva “Moving Beyond Access” sostenuti dal Festival Oriente Occidente.

Dal 2020 fa parte dell’associazione Al.di.qua Artists composta da artist_ italian_ con disabilità che si pone l’obiettivo di riflettere sul ruolo dell’artist_ con disabilità in ambito nazionale.

| Copyright 2018 All Rights Reserved | Studio Massimo Paganini |