ALICE BARISELLI

Diplomata in Dance Performance presso S.E.A.D  – 2005 (Salzburg Experimental Academy of Dance).
Studia con David Zambrano, Inaki Azpillaga, Vim Vandekeybus, Edoardo Torroja, Andrew Harwood, Marion Ballester, Ori Flomin, Joao da Silva, Chrysa Parkinson, Jennifer Lacey, Carol Teitelbaum, Michele di Stefano, Simona Bertozzi, Cindy Van Acker.
Si perfeziona presso la compagnia Ultima Vez  (Bruxelles) – 2002 e presso la compagnia di Merce Cunningham (New York) – 2008.
Master in Coreografia presso Trinity Laban College di Londra – 2012.
2009 e 2012 Coreografa selezionata per il progetto Choreographic Collision nell’ ambito della Biennale Danza di Venezia.
2016 Danzatrice e coreografa selezionata per il progetto “ Volcano, Coreografia e Complessità” con le coreografe Cindy Van Acker e Simona Bertozzi.
Come danzatrice lavora per coreografi freelance di fama internazionale: Vita Osojinic  (Slovenia), EwaBankovska (Polonia), Milli Bitterli (Austria), Ori Flomin (Usa), Jessica Bravo Pena (Portorico/Usa) in “13 x 2”, Marttaleena Nikkari (Finlandia) in “Anno”, Michele di Stefano – Compagnia MK  in  “Impression D’ Afrique”, Nicola Galli  in “Jupiter and Beyond”, Marcos Morau / Compagnia La Veronal  in “Los pajaros Muertos” / “Pasolini Trilogia della Vita”. Nel 2007 fonda con la coreografa Emilia Martinci il collettivo artistico A /M Project per quale firma alcune delle  produzioni.

P R O D U Z I O N I
S I D E   B  : per il collettivo A/M Project Primo Premio al Concorso Coreografico Eurocity di Castiglioncello 2007
Q U I T E /  U N D E R  : Primo premio GD’A – Giovani DanzAutori   Emilia-Romagna 2013
Occhi di Carne. Appunti sul Corpo vivido :Presentato a CSC bassano del Grappa e All’ interno della rassegna di danza Today to Dance a Ravenna 2015.
b e c o m i n g    a n i m a l: in collaborazione con Camilla Monga e la musicista Elisa Garbo. Progetto sostenuto da Associazione culturale NEXUS; Teatro Consorziale di Budrio/ Progetto HabitaT; CSC Bassano del Grappa e Santarcangelo Festival 2017

| Copyright 2018 All Rights Reserved | Studio Massimo Paganini |